US Malonno Mountain Running Team vola nella top-10 nazionale !

Lo squadrone

Lo squadrone

Domenica 22 Ottobre 2017 è una data che rimarrà a suo modo nella storia del sodalizio sportivo malonnese. La squadra maschile assoluta di Corsa in Montagna è infatti entrata nella top ten nazionale di specialità a staffetta.

E’ accaduto ieri in bassa Valtellina, a Morbegno, nel corso del prestigioso e storico Trofeo Vanoni, che festeggiava ieri la 60^ edizione ed ospitava i campionti assoluti e master maschili e femminili di corsa in montagna a staffetta.

Pelamàt

Pelamàt

Dinanzi ad un pubblico incredibile di quasi 10’000 persone il team del presidente Ghirardi ha schierato 5 staffette, tutte agli ordini del team manager Gabriele Bianchi e trascinate dall’esperienza del capitano storico Stefano Bianchi e dalla classe del nuovo Capitano Emanuele Manzi.

La staffetta su cui i riflettori erano maggiormente puntati era la “squadra A” che schierava Stefano Pelamatti in 1^ frazione, Luca Malgarida in 2^ ed appunto Lele Manzi in 3^.

Prima frazione vissuta in attesa sulla prima salita dove Pelamatti era grintoso ma poco efficace e doveva attendere lo scollinamento ad Arzo per dare il via ad una rimonta che lo portava al primo cambio con il crono, per lui record, di 33’33″.

Toccava quindi a Malgarida, visibilmente emozionato, andare a caccia di altri secondi preziosi. Al suo esordio nella classica delle “foglie morte” Morbegnese , lo scalatore per antonomasia del nostro team dimostrava davvero tutto il proprio valore chiudendo con un ottimo 33’59″ e lasciando quindi ancora il discorso molto aperto in vista dell’ultima frazione dove finalmente schieravamo il nostro “asso” Lele Manzi.

Malgarida

Malgarida

Con sapiente tattica il capitano andava a passare alcuni avversari e poi a mettere nel mirino niente poco di meno che la Corrintime e l’Atletica Valli Bergamasche B, facendo gara con Martin Dematteis e Max Zanaboni e riuscendo addirittura a passarli entrambi prima che nel finale il gemello riuscisse con un gran numero a staccare noi ed a riprendere e passare i Falchi Lecco e l’AS Valchiese.

Chiudiamo 13esimi assoluti ed all’8° posto nel campionato italiano. Tanto per farvi capire un anno fa, con un livello molto più basso visto che non si trattava di prova di campionato italiano, ci eravamo classificati 19esimi con 1h43’24″ complessivi mentre ieri come detto il Team A chiudeva al 13° assoluto con 1h38’31″, quasi 5 minuti in meno !!

Molto bene anche la squadra B che ha avuto sia Roberto Baccanelli che Alessandro Gelmi ampiamente sotto i 35′ (34’13″ e 34’32″) mentre Luca Mariotti ha chiuso in 36’01″ un Vanoni cmq di valore dopo essere stato per tutta la stagione uno dei migliori del team sulle prove lunghe.

Anche la squadra Master si è ben difesa, segnaliamo in particolare il solito eroico Giacomo Calufetti, classe 1962, anche ieri a battagliare ed autore di un eloquente 37’24″

Un bilancio dunque altamente positivo, che conferma la grande crescita generale della squadra ed è il coronamento di un anno di impegno di tutta la dirigenza che, lo ricordiamo, sta soprattutto investendo sui giovanissimi con la mountain running school.

FORZA US MALONNO

 

qui le classifiche:

Individuali

Staffette

 

 

Lo Pan Ner – I pani delle alpi

Dalla Valle d’Aosta alla Lombardia, dal Canton Grigioni all’Ossola,

un evento diffuso dedicato alla riscoperta dell’antica tradizione del pane nero di segale

14 – 15 ottobre 2017

Un’iniziativa promossa da Regione Valle d’Aosta, Regione Lombardia, Polo Poschiavo del Canton Grigioni (CH), Aree Protette dell’Ossola in Regione Piemonte, per promuovere la tradizione del pane nero delle Alpi e le antiche colture a essa legate.

La seconda edizione de Lo Pan Ner – I Pani delle Alpi si terrà il 14 e 15 ottobre 2017 e in Lombardia coinvolgerà principalmente i territori della Valtellina e la Valcamonica, con la partecipazione delle comunità locali, dalle famiglie alle istituzioni.

Un evento diffuso, dal carattere transfrontaliero, che coinvolge territori diversi accomunati, storicamente, dalla coltura della segale e che nasce dalla volontà di riscoprire e dare nuovo slancio alle colture originarie e alle tradizioni gastronomiche a esse connesse.

Per le popolazioni di montagna la segale ha svolto, nei tempi passati, un ruolo fondamentale perché è stata alla base della loro alimentazione e della gestione del loro territorio. La riscoperta di questo cereale minore e della sua farina non è semplicemente un omaggio al passato ma anche uno degli aspetti di un percorso che – dopo decenni di vero e proprio oblio – sta portando nuove generazioni di agricoltori e produttori al recupero consapevole delle tradizioni e delle identità locali, ispirato a valori di sostenibilità ambientale, rispetto del territorio, valorizzazione dei saperi antichi e della dimensione artigianale.

La Festa de Lo Pan Ner rende omaggio a tutto questo, coinvolgendo attivamente le piccole realtà agricole che hanno scelto di recuperare la coltura della segale e di altri cereali minori quasi scomparsi, i piccoli produttori di farine antiche e i fornai che tengono viva la tradizione del pane nero, ancora molto amata in questi territori.

Sabato 14 e domenica 15 ottobre le macine degli antichi mulini verranno messe in funzione per preparare la farina di segale come si faceva una volta e molti dei vecchi forni comunitari verranno accesi per cuocere il pane nel corso di una giornata di festa aperta a tutti che celebra la tradizione per accompagnarla nel futuro.

La festa sarà un’occasione per scoprire come si produceva il pane di una volta ma anche per vedere da vicino gli antichi strumenti per la lavorazione della segale, presenti nei numerosi ecomusei e musei etnografici del territorio.

Il programma prevede, inoltre, diversi laboratori didattico–sensoriali, pensati per avvicinare bambini e ragazzi ai metodi della semina della segale e all’arte della panificazione, in un ideale passaggio di testimone delle tradizioni alle generazioni più giovani.

La seconda edizione della Festa del Pane Nero coinvolgerà sette comuni in Valtellina e dodici in Valle Camonica per un totale di circa 20 forni comunitari e 14 mulini rimessi in funzione per l’occasione.

cormignano pane

Lo Pan Ner – I pani delle Alpi si inserisce nel progetto di più ampio respiro AlpFoodWay (Programma Interreg AlpineSpace – Cooperation Programme 2014-2020) che ha l’obiettivo di definire un modello di sviluppo sostenibile per le aree alpine periferiche basato sulla conservazione e la valorizzazione del patrimonio culturale alimentare e sull’implementazione di strumenti di marketing e di governance innovativi. L’intento è quello di salvaguardare il patrimonio culturale intangibile del territorio alpino e i valori culturali comuni espressi nel patrimonio alimentare. L’ambiziosa prospettiva futura è quella di arrivare a iscrivere la tradizione alimentare alpina nella lista dei patrimoni culturali intangibili dell’UNESCO.

Tutte le informazioni e il programma di Lo Pan Ner – I Pani delle Alpi si possono trovare sul sito www.lopanner.com

In riferimento all’Assessorato Cultura

Per informazioni:  ALTERNATIVA AMBIENTE      Tel: 0364.76165   alternativaambiente@gmail.com

FlettaTRAIL: Pelamatti stabilisce il nuovo record malonnese, Malgarida è the king of Malonno nel vertical

Continua l’appassionante ping pong tra Stefano Pelamatti ed Alessandro Gelmi, i due atleti più quotati tra le fila dell’US Malonno, a parte il capitano Lele Manzi naturalmente.

Gelmi deteneva il record stabilito nel 2013 e poi abbassato da Pelamatti nel 2015 andando sotto il muro dell’ora e 45′

Lo scorso anno Sandrino aveva riabbassato il limite: 1h41’54″ riprendendosi il primato, ma nell’edizione 2017 appena trascorsa Pelamatti è riuscito nell’incredibile impresa di infrangere il muro dell’ora e 40′, il nuovo primato infatti è di 1h39’10″ al termine di una gara perfetta tatticamente, una novità nella gestione della gara di Stefano, che solitamente è molto istintivo.

Stefano Pelamatti esulta, è impresa Malonnese al FlettaTRAIL 2017 !(foto Courthoud)

Stefano Pelamatti esulta, è impresa Malonnese al FlettaTRAIL 2017 !(foto Courthoud)

Un plauso a lui come agli altri atleti dell’US che si sono davvero distinti nel week end delle gare casalinghe, sotto il vecchio primato infatti è andato anche un eccezionale Luca Malgarida con 1h41’36″ e molto vicino anche Luca Mariotti 1h41’59″.

Benissimo ancora Gelmi 1h43’31″ e Ramon Pangrazio 1h44’04″

Nel Vertical impresa stellare di Luca Malgarida, 8° assoluto in 38’11″ !!! il primato in questione è davvero impressionante e al momento non vediamo nessuno all’orizzonte in paese capace di insidiarlo per molti anni…

Capolavoro di Luca Malgarida (foto Gulberti)

Capolavoro di Luca Malgarida (foto Gulberti)

WMRA: l’Italia candida il malonnese Giorgio Bianchi !!!

14 giugno 2017 – “Premana mondiale” è soprattutto l’attesa che cresce per due grandi appuntamenti agonistici, chiamati a celebrare nell’arco di una sola settimana tutto il meglio del mountain runnning mondiale. Ma, nell’immediata vigilia del primo appuntamento iridato, nella mattinata di sabato 29 luglio, si celebrerà anche atto importante per il futuro della specialità. [Read more...]

Protezione Civile Le Torri Malonno: pubblicato (e pubblico) il Bilancio 2016!

In un’ottica di trasparenza il Gruppo Protezione Civile ha richiesto la nostra collaborazione per dare evidenza del proprio bilancio consuntivo 2016.

Volentieri accettiamo l’invito del capo gruppo Thomas Salvetti e di seguito pubblichiamo copia del documento ufficiale.

Schermata 2017-05-06 alle 15.29.12

Sottolineiamo che l’avanzo di bilancio verrà utilizzato per l’acquisto di nuove divise.
Grazie a Thomas e buon lavoro a tutti i ragazzi

Buon 25 Aprile da Malonno-News

“Qui vivono per sempre

gli occhi che furono chiusi alla luce

perché tutti li avessero aperti

per sempre alla luce”

Giuseppe Ungaretti

Si dice che la libertà sia come l’aria, ci si rende conto della sua importanza quando si inizia ad avvertirne la mancanza.

Senza cadere e scadere nella retorica, dinanzi al momento buio e difficile che il mondo sta di nuovo affrontando, vi giunga dalla nostra umile e piccola redazione l’augurio e l’auspicio a rimanere umani prima di tutto, a rimanere uniti come Malonnesi, a continuare a combattere per la libertà ed il rispetto , a tutti i livelli, di tutti e per tutti.

Buona Festa della Liberazione da www.malonno-news.it

 

img_0574