Referendum Lombardia: Malonno oltre il quorum

Si sono tenute nella giornata di ieri (domenica 22 ottobre) le operazioni di Voto per il quesito referendario sull’Autonomia Regionale delle risorse.

Per la prima volta in cabina al posto di scheda elettorale e matita, sono comparsi i Tablet che hanno permesso il tanto discusso voto elettronico.

Non sono mancati però i disguidi, visto che ad oggi (23/10) non si hanno ancora i dati ufficiali di tutte le sezioni.

In lombardia come sapete il quorum non è stato raggiunto in quanto la percentuale degli aventi diritto che si sono recati alle urne è di circa 39%. Non è stato così a Malonno dove l’affluenza è stata di ben 52.73%, per un 98% di consensi.

22770924_1484459854955803_131181119211671602_o

Lo Pan Ner – I pani delle alpi

Dalla Valle d’Aosta alla Lombardia, dal Canton Grigioni all’Ossola,

un evento diffuso dedicato alla riscoperta dell’antica tradizione del pane nero di segale

14 – 15 ottobre 2017

Un’iniziativa promossa da Regione Valle d’Aosta, Regione Lombardia, Polo Poschiavo del Canton Grigioni (CH), Aree Protette dell’Ossola in Regione Piemonte, per promuovere la tradizione del pane nero delle Alpi e le antiche colture a essa legate.

La seconda edizione de Lo Pan Ner – I Pani delle Alpi si terrà il 14 e 15 ottobre 2017 e in Lombardia coinvolgerà principalmente i territori della Valtellina e la Valcamonica, con la partecipazione delle comunità locali, dalle famiglie alle istituzioni.

Un evento diffuso, dal carattere transfrontaliero, che coinvolge territori diversi accomunati, storicamente, dalla coltura della segale e che nasce dalla volontà di riscoprire e dare nuovo slancio alle colture originarie e alle tradizioni gastronomiche a esse connesse.

Per le popolazioni di montagna la segale ha svolto, nei tempi passati, un ruolo fondamentale perché è stata alla base della loro alimentazione e della gestione del loro territorio. La riscoperta di questo cereale minore e della sua farina non è semplicemente un omaggio al passato ma anche uno degli aspetti di un percorso che – dopo decenni di vero e proprio oblio – sta portando nuove generazioni di agricoltori e produttori al recupero consapevole delle tradizioni e delle identità locali, ispirato a valori di sostenibilità ambientale, rispetto del territorio, valorizzazione dei saperi antichi e della dimensione artigianale.

La Festa de Lo Pan Ner rende omaggio a tutto questo, coinvolgendo attivamente le piccole realtà agricole che hanno scelto di recuperare la coltura della segale e di altri cereali minori quasi scomparsi, i piccoli produttori di farine antiche e i fornai che tengono viva la tradizione del pane nero, ancora molto amata in questi territori.

Sabato 14 e domenica 15 ottobre le macine degli antichi mulini verranno messe in funzione per preparare la farina di segale come si faceva una volta e molti dei vecchi forni comunitari verranno accesi per cuocere il pane nel corso di una giornata di festa aperta a tutti che celebra la tradizione per accompagnarla nel futuro.

La festa sarà un’occasione per scoprire come si produceva il pane di una volta ma anche per vedere da vicino gli antichi strumenti per la lavorazione della segale, presenti nei numerosi ecomusei e musei etnografici del territorio.

Il programma prevede, inoltre, diversi laboratori didattico–sensoriali, pensati per avvicinare bambini e ragazzi ai metodi della semina della segale e all’arte della panificazione, in un ideale passaggio di testimone delle tradizioni alle generazioni più giovani.

La seconda edizione della Festa del Pane Nero coinvolgerà sette comuni in Valtellina e dodici in Valle Camonica per un totale di circa 20 forni comunitari e 14 mulini rimessi in funzione per l’occasione.

cormignano pane

Lo Pan Ner – I pani delle Alpi si inserisce nel progetto di più ampio respiro AlpFoodWay (Programma Interreg AlpineSpace – Cooperation Programme 2014-2020) che ha l’obiettivo di definire un modello di sviluppo sostenibile per le aree alpine periferiche basato sulla conservazione e la valorizzazione del patrimonio culturale alimentare e sull’implementazione di strumenti di marketing e di governance innovativi. L’intento è quello di salvaguardare il patrimonio culturale intangibile del territorio alpino e i valori culturali comuni espressi nel patrimonio alimentare. L’ambiziosa prospettiva futura è quella di arrivare a iscrivere la tradizione alimentare alpina nella lista dei patrimoni culturali intangibili dell’UNESCO.

Tutte le informazioni e il programma di Lo Pan Ner – I Pani delle Alpi si possono trovare sul sito www.lopanner.com

In riferimento all’Assessorato Cultura

Per informazioni:  ALTERNATIVA AMBIENTE      Tel: 0364.76165   alternativaambiente@gmail.com

Malonno in vetrina su MelaVerde di Canale 5

mela

 

Nella giornata di domenica 01 Ottobre è andata in onda su Canale 5 la puntata di MelaVerde registrata a Malonno.

Nel programma condotto da Edoardo Raspelli si è parlato di segale, della trota Fario e immancabile l’incontro con il nostro Campione Mondiale di mungitura a mano Gianmario Ghirardi.

Ma non vogliamo svelarvi troppo perché a QUESTO LINK potete rivedere la puntata completa!

Buona visione e complimenti a tutti i malonnesi coinvolti

Due passi nel buio

Torna come ogni anno la rassegna “Del bene e del bello” per la valorizzazione del patrimonio artistico e culturale della Valle Camonica.

Tra i 43 comuni aderenti ci sarà anche Malonno che per l’occasione ha in calendario due eventi aperti a tutti coloro che vorranno approfondire la propria conoscenza del territorio.

IMG-20170925-WA0012

 

Si parte sabato 7 ottobre con la visita alla miniera Ferromin (qui sopra la locandina) organizzata dal Gruppo Speleologico Camuno che sarà attivo fin dalla mattinata per permettere ai visitatori di accedere in sicurezza agli impianti e di goderne al meglio.
Domenica 15 ottobre invece, presso la cappella dei Disciplini, sarà mostrato un documentario riguardante la settecentesca Macchina del Triduo malonnese. Appuntamento alle ore 20:30.

Per maggiori informazioni potete visitare il sito web della manifestazione: www.delbeneedelbello.it

Il mio video, il mio paese e qualche curiosità

Sembra strano scrivere un articolo sul proprio lavoro, ma visto il calore con il quale avete accolto IL MIO PAESE mi sembrava più che doveroso farlo.

wpid-20157232_1950346191914633_1195875246069611807_o.jpg

Sono passati 30 giorni dal lancio del singolo e circa 20 dall’uscita del video. Ci terrei davvero a ringraziarvi uno ad uno per l’ottimo risultato che ci avete fatto raggiungere.

La canzone sta andando bene e soprattutto in poco tempo il video ha superato il muro delle 650 visualizzazioni (su una piattaforma come YouTube è una grande soddisfazione).

Con il paziente regista BonIvano abbiamo lavorato cercando di catturare alcuni tra i luoghi più caratteristici del paese. Sicuramente qualcosa abbiamo tralasciato, un po’ per motivi tecnici (durata del brano, tipologia di luci, spazi) un po’ per scelta in quanto abbiamo comunque cercato di accostare i vari luoghi ai temi della canzone. L’insieme ci è parso comunque ben rappresentativo e un’ottima cartolina di Malonno.

Per gli attori e musicisti abbiamo puntato sui nostri giovani malonnesi Luca, Leonardo e Stefano, che oltre a bravi artisti sono ottimi amici. Non ci è voluto molto infatti per ricreare il mitico set in località Cornola dove abbiamo girato la parte “suonata” del video. Tanto che tra una pausa e l’altra abbiamo improvvisato pure qualche jam session. Sia mai che si possa organizzare un bel concerto live proprio lì.

A tutti coloro che mi chiedono come acquistare il brano e dove possono trovare il disco devo ricordare che: il singolo è stato pubblicato SOLO SUL MERCATO DIGITALE, pertanto potete acquistare la traccia direttamente dai link che trovate alla fine di questo articolo. Per il momento non uscirà su supporto fisico, ma la canzone sarà inclusa nell’album che sto completando in questi mesi.

Chi volesse può ascoltare gratuitamente il pezzo anche su Spotify e Apple Music, il costo invece di acquisto è di soli € 0,99

Nelle prossime settimane troverete invece su MalonnoNews un nuovo progetto sempre in ambito musicale. Stiamo infatti andando a caccia di alcuni talentuosi artisti locali per potervi raccontare le loro storie e farvi sentire i loro lavori, sperando di dare spazio a giovani e valide idee che spesso restano poco ascoltate. Tra pochi giorni troverete un articolo di presentazione del progetto.

Detto questo non mi resta che ringraziarvi di cuore tutti e tutta la redazione che ha sostenuto il progetto.

Grazie, grazie, grazie!

Armando

_________________________________

link per l’acquisto da Amazon è il seguente: https://www.amazon.it/mio-paese-Armando-Simonini/dp/B0746PBXV1/

qui potete scaricare il brano da iTunes:https://itunes.apple.com/it/album/il-mio-paese-single/id1263077564

qui potete scaricare il brano da Google Play: https://play.google.com/store/music/album?id=Bh7fujcwrm5yzumfci2tfj5gzta&tid=song-Tabsjfzeiq5xoln5m6nwgcou2bq&hl=it

per tutte le novità e futuri lavori vi rimando alla mia pagina Facebook: https://www.facebook.com/armandosimoniniofficial/

Bomba Meteo su Malonno

giggineve

noceice

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(foto da Facebook)

Qualcuno l’aveva predetto, anche se non era neve ma una fortissima grandinata. Vere e proprie noci di ghiaccio si sono abbattute sul territorio malonnese nella mattinata di Domenica 6 agosto 2017, provocando non pochi disagi e qualche danno.

Subito sui vari social network sono comparse le prime testimonianze di chi prontamente ha filmato o fotografato l’insolito evento meteorologico. Alcune di queste sono state poi riprese da siti specializzati italiani ed internazionali.

E’ il caso di questo video condiviso dal network ilMeteo.it che conta già più di 200.000 visualizzazioni, ripreso dal sig. Giuliano Permoli, che mostra la furia della tempesta abbattutasi:

Oltre ai danni alle autovetture e agli orti sono da rilevare alcuni problemi ai fabbricati, fortunatamente nessuno di grave entità.

Proprio oggi La Casa di Riposto don Giovanni Ferraglio ha chiesto aiuto al gruppo di volontari Protezione Civile Le Torri per la sistemazione di alcune tegole che sono state divelte dalla grandinata. Ecco

pcv1pcv2pcv3(foto: Tommy Salvetti)

“il mio paese”

Non c’è bisogno di una presentazione ufficiale. Ormai veste i panni di animatore, attore, dj, musicista da molto tempo in ambito locale. Tutti a Malonno conoscono Armando Simonini come la persona che ha fatto della musica la propria ragione di vita e oggi mette il proprio sigillo da cantautore su un importante obbiettivo inseguito a colpi di parole e note.

Esce ufficialmente, oggi 29.07.2017, il singolo “il mio paese”, la cui pubblicazione è una sorta di prova generale per l’album che dovrebbe vedere la luce entro fine anno.

Condensato in una canzone ci trovate ricordi, tradizioni, valori, solidarietà, ottimismo. Un risultato che ripaga i mille sacrifici fatti per inseguire un sogno.

Lo potete acquistare e ascoltare al costo di soli 0.99€ sui principali store online di streaming musicale. A questo link sarete indirizzati automaticamente al vostro servizio di ascolto preferito (Google play, Amazon Music o iTunes), oppure potete ascoltarlo gratuitamente tramite Spotify

ll brano è edito da Edizioni Musicali Adamello. Fabio Squaratti di Highfive Studios e Marco Paderni si sono occupati della registrazione del brano, a cui vanno i più sentiti ringraziamenti dell’artista.

Ma le sorprese non sono finite.

Tra pochi giorni, grazie ad una collaborazione di malonnesi doc, uscirà il video ufficiale prodotto dalla troupe di Malonno-News diretta da Bonivano ed interpretato da musicisti nostrani.

Maggiori info potete ottenerle in modo immediato seguendo Armando attraverso la sua pagina Facebook.

Bravo Armi! La redazione è con te.

Porchèra: strada interrotta

È già all’opera l’impresa affidataria dei lavori per riparare i danni provocati dall’ennesimo e violento temporale che ha portato al crollo di un lungo tratto della strada sterrata che dalla frazione Miravalle, alias Porchèra, conduce a Ronco.

Il cedimento del muro di sostegno a valle della carreggiata ha, di fatto, interrotto la possibilità di passaggio su quel tratto stradale creando qualche disagio ad un’azienda agricola che ha sede nella zona.

Anche in questa occasione, lo Ster di Brescia ha prontamente messo a disposizione dell’amministrazione comunale la somma necessaria (circa 50 mila euro) per ricostruire il muro, mettere in sicurezza la scarpata e ripristinare la viabilità interrotta.

I lavori si concluderanno entro fine mese.

Lavori in corso su Via Matteotti

20170714_124237-1Sono cominciati questa settimana a pieno regime e proseguiranno nelle prossime i lavori per la realizzazione del marciapiede lungo Via Matteotti. Una delle arterie principali del paese vedrà infatti completata l’opera di messa in sicurezza portata avanti dal Comune di Malonno in questi anni. Il marciapiede si congiungerà a quello di via nazionale proseguendo allo snodo per quello di Via IV Novembre e Via Torre. Qualche lieve disagio alla viabilità che durante le ore di lavoro vedrà via matteotti scorrere a Senso Unico in direzione del centro abitato. Coloro che volessero scendere in direzione della strada statale possono percorrere le strade alternative per piazza Repubblica o via stradello.

20170714_124250