Torna l’incubo Val Rabbia: evacuato l’abitato di Rino

Le forti piogge di ieri sera 05 agosto 2018, che sono poi proseguite nella notte, hanno fatto scattare il sistema di monitoraggio della Val Rabbia e subito messo in allerta gli organi competenti al controllo territoriale.

valrabbiaold

frana del 2012 (foto d'archivio malonno-news)

Allertato anche il gruppo di Protezione Civile di Malonno che si è subito adoperato per coordinare le operazioni con i Vigili del Fuoco di Edolo ed i tecnici comunali di Sonico.

Per precauzione le famiglie dell’abitato di Rino di Sonico (BS) sono state fatte evacuare, mentre la strada statale 42 è stata chiusa al traffico fino a questa mattina quando i nuovi rilievi hanno fatto rientrare l’allarme scongiurando il rischio geologico ed allontanando il fantasma del 2012.

Vi riportiamo di seguito quanto scritto su Facebook dal presidente del gruppo di protezione civile ”Le Torri” Thomas Salvetti:

Questa notte anche Avpc Le Torri è  stata allertata a causa degli allarmi provocati da movimento di materiale sulla Val Rabbia . Come previsto nel piano di emergenza dopo aver avvisato Sindaco e Vicesindaco mi sono recato personalmente con un volontario  a Rino per avere un quadro più preciso e completo della situazione per capire se ci fossero  pericoli per Malonno . Coordinati da Provincia di Brescia e vigili del fuoco verso le 3 siamo rientrati ed abbiamo proceduto questa mattina a formare un paio di squadre per intervenire nella gestione del traffico e per dare aiuto alla Protezione Civile di Sonico . FORTUNATAMENTE GLI ALLARMI SONO RIENTRATI e dopo le verifiche di tecnici e geologi che sono ancora in corso gli abitanti di Rino ritornati nelle loro case e si è potuta riaprire anche la statale .