Le “valvole covid”

Il progetto del dott.Renato Favero, ex primario dell’ospedale di Gardone Val Trompia, è tanto semplice quanto geniale: si tratta di costruire una maschera respiratoria d’emergenza riadattando una maschera da snorkeling della decathlon in un respiratore per la terapia intensiva da donare agli ospedali bresciani.

Il braccio realizzatore dell’intuizione soprascritta è invece la ditta Isinnova di Brescia che si è occupata di trasformare l’idea in un oggetto concerto.
Il brevetto è libero e chiunque abbia una stampante 3d può dare una mano a realizzare le valvole.

L’occasione è stata colta al volo anche da Armando e il suo socio Andrea: da domenica la loro attrezzatura è in funzione 24 ore su 24 per realizzare i componenti che potrebbero salvare delle vite umane. La produzione è continua e ininterrotta anche a distanza grazie alle telecamere del loro negozio.

Abbiamo raggiunto telefonicamente Armando che ci ha rilasciato una breve dichiarazione: “Le 500 valvole necessarie a Brescia sono state stampate in pochissimi giorni ed ora ci siamo messi a disposizione tramite apposito form che si trova sul sito dell’ideatore Isinnova, per eventuali nuove richieste degli ospedali…la solidarietà è stata davvero tantissima, anche chi non poteva stampare si è reso disponibile a donare le maschere o chiedevano se potevano fare altro

Recentemente si sono occupati di loro anche le Iene che hanno realizzato un articolo sul loro sito