Acque ignote al laghetto, ci risiamo!

Sono trascorsi poco più di 60 giorni dal precedente articolo dove il gruppo APS pescatori malonnese denunciava di sversamenti ignoti nelle acque del laghetto azzurro.

IMG-20200629-WA0018

Sabato scorso è accaduto di nuovo, come mostrano le immagini. Purtroppo restano ignote le cause e l’entità del liquido.

IMG-20200629-WA0017

Pubblichiamo di seguito il comunicato del gruppo pescatori in merito al fatto.

 

Purtroppo dobbiamo denunciare l’ennesimo “abominio” ai danni delle nostre acque. Nella giornata di sabato 27 giugno (dopo l’improvviso temporale)verso le ore 13.00 nelle acque del laghetto comunale si sono riscontrate tracce sempre più evidenti di materiali inquinanti seguiti da forte odore nell’aria di gasolio o derivati, e in poco tempo l’intero laghetto si è coperto di tale materiale, uno spettacolo raccapricciante. Noi gruppo Pescatori con i nostri volontari ci diamo da fare per pulire e tenere in ordine tutta la zona Laghetto, per regalare un ambiente pulito a tutti i fruitori, facciamo la nostra parte per poter offrire a turisti e residenti un angolo di verde pulito e curato dove ci si può divertire e rilassare in tutta tranquillità. Sarebbe un peccato, se per colpa di qualche sconsiderato tutto questo non possa più essere fruibile. Ricordiamo inoltre, a coloro che hanno commesso volontariamente o no tale avvenimento che si tratta a tutti gli effetti di un delitto contro l’ambiente (legge n°68 25 maggio 2015) e come tale perseguibile penalmente. Ci auguriamo che tali accadimenti non succedano più e comunque invitiamo tutti a tenere alta la guardia, di avvisare, anche in forma anonima le autorità competenti, in modo da poter individuare i responsabili.

 

 

 

Laghetto azzurro: acque inquinate

La storia si ripete. In passato Malonno-News aveva già dato spazio a diversi episodi inquinamento e più in particolare di sversamenti che avevano inquinato le acque della val Franchina, dell’Ogliolo e di conseguenza anche del laghetto Azzurro. Oggi ci risiamo. Le immagini del breve filmato parlano da sole.

I pescatori, gestori del laghetto, hanno avvisato le forze dell’ordine e rilasciato la seguente dichiarazione:

“Purtroppo dobbiamo segnalare per l’ennesima volta un increscioso atto di inquinamento ambientale a scapito del nostro ogliolo e laghetto azzurro. Qualche ignoto ha sversato nelle acque del materiale che ha reso lo specchio d’acqua di un color bianco latte, come si vede dalle immagini.
Prontamente abbiamo avvisato le forze dell’ordine, intervenute tempestivamente, malauguratamente non si è stati in grado di capire la fonte di tale sversamento.
Chiediamo la collaborazione a chiunque abbia visto qualcosa di segnalarlo.
Già altre volte abbiamo avuto questa situazione ma non siamo mai riusciti a capirne l’origine.
Con la sensibilizzazione della comunità ci auguriamo di trovare i responsabili in modo che tali situazioni non si ripetano.
L’acqua, i fiumi, la natura sono beni comuni importantissimi, non possiamo permettere che atti criminali commessi dalla superficialità e stupidità di singoli individui si riperquotano su tutti noi”.
Associazione Pescatori Malonno.

caso SELCA: assemblea pubblica a Berzo Demo…per capire

 

 

Il comune di Berzo Demo organizza per Venerdì 13 Marzo alle 20:30 presso il proprio centro polifunzionale una assemblea pubblica per cercare di fornire ai cittadini maggiori informazioni e dettagli sulla questione SELCA e per valutare la possibilità di creare un comitato cittadino che potrebbe rivelarsi decisivo nelle fasi processuali e decisionali che potrebbero seguire e che avranno come UNICO E SOLO obiettivo quello di raggiungere la BONIFICA TOTALE DEL SITO.

 

Un argomento, quello del caso SELCA, su cui riteniamo, come redazione, che anche MALONNO debba intervenire, e ci aspettiamo che oltre alle tante adesioni giunte sui social network da parte dei cittadini anche l’amministrazione comunale evidenzi la propria posizione in merito.

per ingrandire la locandina fare click sulla foto

assemblea pubblica SELCA