Acque ignote al laghetto, ci risiamo!

Sono trascorsi poco più di 60 giorni dal precedente articolo dove il gruppo APS pescatori malonnese denunciava di sversamenti ignoti nelle acque del laghetto azzurro.

IMG-20200629-WA0018

Sabato scorso è accaduto di nuovo, come mostrano le immagini. Purtroppo restano ignote le cause e l’entità del liquido.

IMG-20200629-WA0017

Pubblichiamo di seguito il comunicato del gruppo pescatori in merito al fatto.

 

Purtroppo dobbiamo denunciare l’ennesimo “abominio” ai danni delle nostre acque. Nella giornata di sabato 27 giugno (dopo l’improvviso temporale)verso le ore 13.00 nelle acque del laghetto comunale si sono riscontrate tracce sempre più evidenti di materiali inquinanti seguiti da forte odore nell’aria di gasolio o derivati, e in poco tempo l’intero laghetto si è coperto di tale materiale, uno spettacolo raccapricciante. Noi gruppo Pescatori con i nostri volontari ci diamo da fare per pulire e tenere in ordine tutta la zona Laghetto, per regalare un ambiente pulito a tutti i fruitori, facciamo la nostra parte per poter offrire a turisti e residenti un angolo di verde pulito e curato dove ci si può divertire e rilassare in tutta tranquillità. Sarebbe un peccato, se per colpa di qualche sconsiderato tutto questo non possa più essere fruibile. Ricordiamo inoltre, a coloro che hanno commesso volontariamente o no tale avvenimento che si tratta a tutti gli effetti di un delitto contro l’ambiente (legge n°68 25 maggio 2015) e come tale perseguibile penalmente. Ci auguriamo che tali accadimenti non succedano più e comunque invitiamo tutti a tenere alta la guardia, di avvisare, anche in forma anonima le autorità competenti, in modo da poter individuare i responsabili.

 

 

 

Altri contributi in arrivo, questa volta al Laghetto Azzurro

FB_IMG_1580149824851

 

Grazie ad un bando di Regione Lombardia sarà possibile finanziare il progetto di riqualifica e potenziamento delle strutture del Laghetto malonnese.

I 178.800€ finanziati su 223.500 andranno a creare una nuova struttura coperta che fungerà da ristoro e da info point per il noleggio ed utilizzo delle adiacenti attrezzature sportive.

In ottica di rilanciare l’area il comune intende sfruttare la vicinanza con la Ciclovia dell’Oglio che vede transitare ogni giorno parecchie persone.